Cersaie 2017: il bagno delle nostre case è firmato Scavolini

Mi sembra ieri che passava alla Tv lo spot Scavolini con protagonista Lorella Cuccarini.

Poi se faccio un botta di conti, mi rendo conto che sono passati quasi 30 anni da quando la Nostrana Bionda Show girl, faceva innamorare tutta Italia della “cucina più amata degli Italiani”.

Ma la storia dell’azienda Scavolini è molto più longeva: correva il 1961 quando i fratelli Valter ed Elvino Scavolini mossero i primi passi nel mondo del mobile e da allora non hanno mai smesso di stupirci e di arredare le nostre case.

Cucine, Living e Bagni sono i cavalli di battaglia del Brand Pesarese.

Ricercatezza nella scelta dei materiali e nel proporre soluzioni d’arredo dal design innovativo, elegante e raffinato sono da sempre i punti di forza della società.

Una casa Scavolini non invecchia mai.

Al Cersaie 2017 Scavolini ha presentato la sua linea bagno.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: design moderno e classico si intrecciano a funzionalità e ricercatezza, facendo della “salle de bain” una stanza da vivere e da mostrare.

Mi ha conquistato lo studio degli spazi e l’utilizzo di colori accesi, capaci di rendere ultra funzionale lo spazio spesso limitato del bagno.

L’influenza “industrial” nata dalla collaborazione tra Scavolini e Diesel, è una vera novità nel mondo del bagno e della cucina: elementi in metallo e mobili dallo stile minimale ma per niente scontato, rendono ogni complemento d’arredo un vero must have.

Cosa mi ha conquistato? Il bagno Qi!

Il concept del progetto è “far scomparire” l’ambiente in due oggetti alla ricerca di un’assoluta libertà progettuale: un contenitore, un oggetto dal design unico, e una mensola in finitura legno dall’aspetto essenziale (Qi, in giapponese significa anche contenitore e legno) per configurazioni adatte ad ogni tipo di ambiente.


Buzzoole

Please follow and like us:

Be first to comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.