Tecnologia in vacanza: cosa portare

In vacanza, così come nella vita di tutti giorni, ognuno di noi ama circondarsi dei propri device hi-tech preferiti. Se potessimo, traslocheremmo tutti i nostri dispositivi in blocco, anche per un semplice weekend fuori porta. Ma non possiamo, perché lo spazio in valigia è quello che è, e perché comunque la tecnologia va sempre presa a piccole dosi, per evitare di diventarne dipendenti. Ma dato che non se ne parla di rinunciare alle nostre cosucce tecnologiche, cosa dobbiamo portare con noi in vacanza, e cosa può essere invece lasciato a casa, ad attendere il nostro ritorno in pompa magna, abbronzati e pronti a riprendere con le solite routine?

Si comincia dal tablet

Impossibile rinunciare al tablet: importantissimo per una vacanza estiva, forse più dello smartphone, che comunque non è ovviamente in discussione (per questo non lo inseriremo in questa lista). Ma perché il tablet si rivela così utile in vacanza? Perché vi consente di navigare senza sacrificare la qualità, come invece avverrebbe con un cellulare, e perché vi permette anche di lavorare, ma senza appesantire il bagaglio come invece farebbe un laptop. E poi le fotocamere dei tablet sono di qualità così alta da rendere possibile fare foto e video bellissimi.

Si prosegue con gli e-reader

Non avranno avuto il successo che ci si aspettava, ma gli e-reader in vacanza sono componenti hi-tech perfette da portare con voi in valigia. Questo perché vi consentono la lettura di tantissimi libri in formato elettronico, ma vi danno anche la possibilità di portare con voi la scansione digitale dei documenti d’identità e dei biglietti aerei, giusto per garantirvi un piano B in caso di dimenticanze. E comunque: rilassarsi in spiaggia leggendo comodamente uno dei best seller del momento non ha prezzo.

Il navigatore satellitare

Un viaggio all’estero richiede preparazione e conoscenza, nonché la capacità di saper anticipare gli imprevisti: tutte caratteristiche che appartengono ai navigatori satellitari, che si rivelano indispensabili per qualsiasi tipologia di viaggio, da quelli in auto a quelli in barca, passando per le passeggiate in montagna. E quando la connessione non prende? Ci pensano i device come il navigatore senza Internet di Coyote, che vi consentirà di fare a meno del segnale di rete.

Si chiude con il Power Bank

Chiudiamo la nostra lista dei device hi-tech obbligatori in vacanza con il power bank: ovvero la batteria esterna portatile che vi permetterà di utilizzare i vostri dispositivi ovunque vi troviate, anche quando la batteria interna sta per alzare bandiera bianca. Oggi gli strumenti tecnologici come lo smartphone ed il tablet, visto l’alto consumo di risorse hardware, spesso rischiano di scaricarsi con un utilizzo continuativo: e non è certo un piacere, soprattutto quando ci troviamo in giro e ne abbiamo una necessità impellente. Con il power bank, si risolve tutto.

 

1 Comment

  • Rispondi luglio 25, 2017

    Maiko Gordani

    Ottimi consigli…gli e-reader non li ho mai provati, amo ancora il profumo dei libri. Però per la vacanze non li porto quasi mai perché sono gelosa di loro e ho sempre paura di sciuparli! Quindi il formato elettronico è un’ottima alternativa. Baci Maiko http://www.comemivestooggi.it

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.